D / F / I

Paritätischer Verein Personalverleih
Geschäftsstelle Sozialfonds

c/o febs AG
Römerstrasse 18
CH-8402 Winterthur

Tel. +41 52 266 02 22
Fax +41 52 266 02 02
tempcare@tempservice.ch

 

Regolamento (regole del gioco)

Il CCL Personale a prestito prescrive la stipulazione di un’assicurazione indennità giornaliera in caso di malattia. Le modalità sono definite all’art. 28 (malattia) e all’art. 29 (assicurazione indennità giornaliera in caso di malattia). I tassi di premio degli assicuratori partecipanti alla soluzione settoriale per l’indennità giornaliera in caso di malattia sono sovvenzionati con lo 0,4% della somma dei salari del fondo sociale. I tassi di premio vanno intesi al netto della sovvenzione.

Art. 28. Malattia

  1. Se un lavoratore o una lavoratrice si ammala durante la missione, ha diritto all’indennità per perdita di guadagno. Tutti i lavoratori che non sono a beneficio di una rendita AVS, sono obbligatoriamente assicurati per un’indennità giornaliera in caso di malattia presso un’assicurazione malattia riconosciuta o presso una compagnia svizzera d’assicurazione. Le condizioni e le prestazioni sono disciplinate all’articolo 29 del presente contratto.Le prestazioni di tale assicurazione equivalgono all’indennità per perdita di guadagno ai sensi dell’articolo 324a CO. I lavoratori che beneficiano di una rendita AVS sono indennizzati conformemente all’art. 324a CO. La copertura assicurativa incomincia il giorno dell’inizio del lavoro pattuito contrattualmente.
     
  2. Le prestazioni ammontano almeno all’80% del salario medio, premesso che l’incapacità lavorativa raggiunga almeno il 25%.
     
  3. Trascorso un termine di attesa della durata massima di 2 giorni civili, matura il seguente diritto:
    • per lavoratori impiegati in aziende in cui vige un CCL DOG, prestazioni in denaro per 720 giorni sull’arco di 900 giorni consecutivi
    • per lavoratori assoggettati alla LPP in virtù del CCL per il settore del prestito di personale, prestazioni in denaro per 720 giorni sull’arco di 900 giorni consecutivi
    • per lavoratori che non operano in un’azienda sottoposta a un CCL DOG, né sono assoggettati alla LPP in virtù del presente CCL per il settore del prestito di personale prestazioni in denaro per 60 giorni sull’arco di 360 giorni consecutivi.
       
  4. Qualora sussistano delle riserve concernenti malattie preesistenti, sono determinanti le condizioni generali delle compagnie di assicurazione. Insieme al contratto quadro o contratto d’impiego, al lavoratore deve essere comunicato il volume delle prestazioni, l’ente che fornisce le prestazioni e i premi dell’assicurazione malattia. In caso di malattia, il lavoratore deve immediatamente informare, oltre all’azienda acquisitrice, anche il datore di lavoro.
     
  5. Per tutte le prestazioni che vengono definite in funzione della durata di impiego presso l’azienda prestatrice, vengono addizionate tutte le missioni compiute dal lavoratore per la medesima azienda prestatrice sull’arco di 12 mesi.

Art. 29. Assicurazione di indennità giornaliera in caso di malattia

  1. Continuazione del pagamento dello stipendio da parte dell’assicurazione collettiva: L’azienda è tenuta ad assicurare collettivamente i lavoratori assoggettati al CCL per il settore del prestito di personale per un’indennità giornaliera pari all’80% del salario perso per malattia, tenuto conto dell’ultimo salario versato in base alla normale durata lavorativa prevista dal contratto. Con il versamento delle indennità giornaliere dell’assicurazione collettiva e con la partecipazione del 50% del datore di lavoro al premio, l’obbligo di continuare a pagare lo stipendio ai sensi degli articoli 324a e 324b CO è interamente tacitato.
     
  2. Premi:
    a) Pagamento dei premi: la parte dei premi a carico dei lavoratori ammonta al massimo al 50%, al massimo al 2,5% Le eventuali eccedenze di premi vengono destinate ogni anno alla riduzione dei premi.
    b) Pagamento differito delle indennità giornaliere: qualora un'impresa stipuli un'assicurazione collettiva d’indennità giornaliera in caso di malattia che preveda una prestazione differita e 2 giorni di attesa, essa dovrà sopportare l’80% del salario perso durante il periodo di differimento. In tal caso, il lavoratore deve pagare al massimo la metà del premio dell’assicurazione di indennità giornaliera differita in base alla scala delle riduzioni stabilita nel contratto quadro previsto dalla soluzione settoriale per l’indennità giornaliera in caso di malattia, al massimo il 2,5%.
     
  3. Condizioni minime d’assicurazione: le condizioni assicurative devono prevedere almeno quanto segue:
    a) La copertura assicurativa incomincia il giorno dell’inizio del lavoro pattuito contrattualmente.
    b) il versamento di un’indennità in maniera analoga ai criteri della SUVA dopo al massimo due giorni di attesa, a carico del lavoratore. Durante un obbligo di prestazione rinviato, la perdita di guadagno deve essere corrisposta dal datore di lavoro alle stesse condizioni
    c) il pagamento dell'indennità va definito in base all’art. 28.
    d) il versamento dell'indennità giornaliera in caso di incapacità lavorativa parziale proporzionata al grado di inabilità a condizione che questa sia almeno del 25%,
    e) l'esclusione del diritto alle prestazioni in caso di un soggiorno all'estero di oltre tre mesi, salvo nei casi di impegni per lavoro all'estero, di altre disposizioni giuridiche o di soggiorno in una clinica per convalescenza durante il quale non sia possibile il rientro in Svizzera per motivi di salute,
    f) l'esonero dal pagamento dei premi durante il periodo di malattia,
    g) la possibilità per il lavoratore, in caso di uscita dall'assicurazione collettiva, di passare all’assicurazione individuale entro 90 giorni ai sensi dell’art. 71 cpv. 2 LAMal e dell’art. 109 OAMAL, fermo restando che il premio per l’assicurazione individuale è stabilito in base all'età del lavoratore al momento dell'entrata nell'assicurazione collettiva. Se l'assicurazione collettiva prevede prestazioni differite dell'indennità giornaliera, le condizioni di assicurazione devono essere tali da non mettere il lavoratore uscito dall'assicurazione collettiva in una situazione peggiore di quella di un'assicurazione malattia senza premi differiti; in altre parole il termine di attesa può su richiesta del lavoratore uscente essere ridotto fino a 2 giorni.
     
  4. I partner sociali offrono alle aziende di collocamento e di prestito di personale a prestito un’assicurazione collettiva di indennità giornaliera.
Contatto

Paritätischer Verein Personalverleih
Geschäftsstelle Sozialfonds

c/o febs AG
Römerstrasse 18
CH-8402 Winterthur

Tel. +41 52 266 02 22
Fax +41 52 266 02 02
tempcare@tempservice.ch

Parti contraenti
www.swissstaffing.ch
www.unia.ch
www.syna.ch
www.sicsvizzera.ch
www.employes.ch